Scheda richiesta acquisto materiale

Si pubblica la nuova “SCHEDA RICHIESTA ACQUISTO MATERIALE” da restituire entro il 30 marzo 2016 all’indirizzo di posta elettronica apis00600v@istruzione .it scaricabile al seguente link SCHEDA RICHIESTA ACQUISTO MATERIALE  ...

more info

CONVEGNO: ICF e DSM5 come supporto all’educazione

CONVEGNO “ICF e DSM5 come supporto all’educazione” Ascoli Piceno, 25 maggio 2015 ore 15,00 – 18,00 Sala Consiglio Provinciale – Piazza Simonetti,36 Ore 15:00 INTERVENTI DI SALUTO Saluto Autorità Prof. Arturo Verna Dirigente Scolastico I.T.C.G. “UMBERTO I” – Dirigente Scolastico Reggente I.I.S. “G. Sacconi – A. Ceci” Dott. ssa Carla Sagretti Dirigente dell’ Ufficio Scolastico Regionale per le Marche Ufficio IV – Ambito Territoriale di Ascoli Piceno e Fermo Ore 15,15 Prof. Piero Crispiani Pedagogista clinico, Professore Ordinario di Pedagogia Speciale presso l’Università degli Studi di Macerata, Direttore Scientifico del Centro Italiano Dislessia. “Disturbo Funzionale e rendimento scolastico” Ore 16,30 Dott. ssa Maria Longo Neuropsichiatra infantile, Responsabile Unità Multidisciplinare evolutiva UMEE di Ascoli Piceno...

more info

Il mutismo selettivo: scheda di identificazione

di Rossana Gabrieli (Rivista BES e DSA in classe) – Il Mutismo Selettivo è un disturbo dell’ansia dell’età evolutiva, caratterizzato dall’incapacità del soggetto di parlare in varie situazioni sociali. Gli alunni con MS non riescono letteralmente a parlare in determinati ambienti. Non si tratta di un comportamento oppositivo, né di un tentativo di attirare l’attenzione. Semplicemente, sono così ansiosi da non riuscire a parlare. Non si tratta di soggetti “muti” a causa di gravi deficit di apprendimento o di autismo o di disturbi comportamentali opposizionali: la maggior parte dei soggetti con MS ha una predisposizione genetica ai disturbi legati all’ansia, ma le situazioni ambientali stressanti possono aggravare il loro problema. Inoltre, circa il 90%...

more info

BES e DSA. Come acquisire un “efficiente metodo di studio”

Di Rossana Gabrieli (Rivista BES e DSA in classe) – La legge 170/2010 sui Disturbi di Apprendimento (DSA), il D.L. n. 5669/2011 e le allegate Linee Guida fanno esplicito riferimento all’uso di “strumenti compensativi” di tipo didattico e tecnologico per sostituire o facilitare la prestazione richiesta nell’abilità deficitaria.Certamente, tecniche e strategie di approccio allo studio non assicurano il successo scolastico tout court, cancellando le disfunzioni e le difficoltà di apprendimento, mapossono aiutare studenti e alunni a diventare più efficienti nel lavoro scolastico. È importante che l’alunno impari ad acquisire alcune “buone abitudini” che rendano possibile il raggiungimento degli obiettivi prefissati nei vari ambiti disciplinari. Per la comprensione del testo, per esempio, l’apprendente può far...

more info

Linee guida per la diagnosi e gestione dei Dsa

I Disturbi Specifici di Apprendimento (DSAp), di sciplinati dalla Legge n° 170 del 8 ottobre 2010 (Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico), sono caratterizzati da difficoltà in alcune aree specifiche dell’apprendimento scolastico nell’ambito di un funzionamento intellettivo adeguato all’età cronologica. Sono coinvolte in tali disturbi: le abilità di lettura, di scrittura, di calcolo. DOCUMENTO COMPLETO IN...

more info

DSA – LEGGE 170 DEL 2010

LEGGE 8 ottobre 2010 , n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. Riconoscimento e definizione di dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia. DOCUMENTO COMPLETO IN...

more info